Ultima modifica: 10 febbraio 2018

Le scelte organizzative

L’ORGANIZZAZIONE DIDATTICA E IL TEMPO SCUOLA

L’organizzazione educativa e didattica della nostra Scuola ottempera la normativa vigente e le delibere del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto, pertanto l’ Istituto Comprensivo “Nord 1” adotta la seguente struttura organizzativa:

SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola funziona dal lunedì al venerdì con il seguente orario:

  • Tempo scuola ordinario: ore 00 – 16.00
  • Ingresso ore 00 – 9.00
  • Uscita 12.45 – 13.15 /  45 – 16.00

Tempo scuola prolungato, per i genitori con esigenze di lavoro documentate (solo se si raggiungono i numeri limite stabiliti dal Consiglio di istituto):

  • Ingresso anticipato (numero minimo 10 alunni):                 ore 7.45 – 8.00
  • Prolungamento d’orario (numero minimo 15 alunni):             ore 16.00 – 17.30
  • Uscita:ore 17.00 – 17.30

Nella programmazione didattica è inserita un’ora e mezzo settimanale di insegnamento di Religione Cattolica in ogni sezione o di attività alternativa secondo la scelta effettuata dai genitori al momento dell’iscrizione.

I progetti che arricchiscono l’offerta formativa sono definiti dal Collegio Docenti durante la programmazione didattica cui sono correlati e in base alle risorse umane e finanziarie disponibili.

 

SCUOLA PRIMARIA

ORGANIZZAZIONE ORARIA SETTIMANALE
28 MAGGIO 30 ore sett. Su 5 giorni

 

30 ore sett. Su 6 giorni

Con orario 8.30 – 16.00 dal lunedì al venerdì con pausa mensa dalle 12.30 alle 14.00

Con orario 8.30 – 12.30 da lunedì al sabato e tre rientri

pomeridiani lunedì – mercoledì – venerdì dalle 14.00 alle 16.00 (con pausa mensa dalle 12.30 alle 14.00)

BATTISTI 30 ore sett. Su 5 giorni Con orario 8.30 – 16.00 dal lunedì al venerdì con pausa mensa dalle 12.30 alle 14.00
CASAZZA 40 ore sett. Su 5 giorni Con orario 8.15 – 16.15 mensa di 2 ore compresa da lunedì a venerdì
CORRIDONI 30 ore sett. Su 6 giorni Con orario 8.30 – 12.30 da lunedì al sabato e tre rientri

pomeridiani lunedì – mercoledì – venerdì dalle 14.00 alle 16.00 (con pausa mensa dalle 12.30 alle 14.00)

MELZI 30 ore sett. Su 5 giorni Con orario 8.30 – 16.00 dal lunedì al venerdì con pausa mensa dalle 12.30 alle 14.00
Tempi scuola attualmente non presenti: 24 ore settimanali/ 27 ore settimanali

Le classi possono essere formate in presenza di un sufficiente numero di richieste delle famiglie relativamente al tempo scuola ed alle risorse di organico assegnate.

Le discipline sono suddivise second il seguente schema orario settimanale

 

DISCIPLINA/ATTIVITA’ Classe prima Classe seconda Classe terza Classe quarta Classe quinta
Italiano 7 6 6 6 6
Inglese 1 2 3 3 3
Matematica 6 6 6 6 6
Storia, Geografia 5 5 5 5 5
Scienze 2 2 2 2 2
Arte e Immagine 1 1 1 1 1
Musica 1 1 1 1 1
Educazione fisica 2 2 1 1 1
Religione/Attività Alternativa 2 2 2 2 2
Tecnologia Trasversale
Attività laboratoriali di approfondimento 3 3 3 3 3
Cittadinanza e Costituzione Attività trasversale
TOTALE ORE 30 ore

Con 27 ore: meno 3 ore di attività  laboratoriali

Con 24 ore: meno 3 ore attività  laboratoriali e 3 disciplinari

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

TEMPO NORMALE di 30 ore su  6 giorni  sede Lana e sede Fermi

Da lunedì a sabato con orario 8-13.

TEMPO PROLUNGATO di 36 ore su 5 giorni presso la sede LANA

Da lunedì a venerdì  con tre rientri pomeridiani

L’ORGANIGRAMMA 

L’Istituto prevede un impegno specifico delle componenti interne ed esterne della scuola, basato sulla collaborazione e sulla condivisione delle direzioni educative e delle finalità dei vari ordini scolastici, delle linee progettuali e dei valori espressi dal POF.Alla realizzazione dell’offerta formativa contribuiscono tutte le figure professionali dell’Istituto: Dirigente Scolastico, docenti, personale di segreteria, collaboratori scolastici, nonché l’utenza stessa, genitori e comunità locale.

Preso atto che il modello organizzativo dell’Istituto non può prescindere dal ruolo importante che gli Organi Collegiali e le rappresentanze delle varie componenti (RSU, Comitato genitori) possono e devono svolgere all’interno della scuola, nell’ambito dell’autonomia, gli incarichi, per una efficace ed efficiente gestione delle risorse, sono distribuiti tra diverse figure, con precise responsabilità, come evidenziato dall’organigramma della scuola. All’inizio dell’anno scolastico, il Dirigente Scolastico, sulla base dei bisogni emersi e delle disponibilità espresse nel Collegio Docenti, procede ad assegnare gli incarichi.

Nel corso dell’anno scolastico vengono organizzati e calendarizzati numerosi incontri per la condivisione delle scelte progettuali che coinvolgono, a seeconda dell’area di competenza, Collegio Docenti, Commissioni, Dipartimenti disciplinari/ Ambiti,Consigli di Intersezione / Interclasse / Classe. Per favorire la comunicazione interna, il lavoro svolto nei vari incontri viene verbalizzato e pubblicato sul Sito della scuola, nell’area riservata. Le aree presidiate dalle Funzioni Strumentali e dalle Commissioni sono definite annualmente dal Collegio dei Docenti sulla base delle priorità individuate.

Per il corrente anno scolastico sono state individuate le seguenti Funzioni Strumentali all’Offerta Formativa:

  • Area Intercultura
  • Area DSA/BES
  • Area DA/BES
  • Gestione sito WEB/comunicazione
  • Continuità- Orientamento
  • POF
  • Autovalutazione

e sono stati attivati i seguenti gruppi di progetto/ Commissioni di Lavoro:

  • Commissione Intercultura
  • Commissione D.S.A.
  • Commissione D.A.
  • Commissione P.O.F.
  • Gruppo Lavoro Inclusione (G.L.I.)
  • Commissione Continuità
  • Nucleo di Autovalutazione
  • Ambiti (primaria)
  • Dipartimenti (secondaria)
  • Commissione tecnologica
  • Gruppi di progetto

Viene confermata la figura del docente animatore digitale  con compiti di formazione interna negli ambiti del Piano Nazionale per la Scuola Digitale  (PNSD),di coinvolgimento della comunita’ scolastica per la realizzazione di una cultura digitale condivisa, di creazione di soluzioni innovative . Viene esteso il Team digitale ad altri tre docenti

LE FUNZIONI 

 1° Collaboratore del D.S.

  • sostituisce il D.S. in caso di assenza con delega alla firma
  • collabora alla gestione ordinaria ed organizzativa dell’istituto
  • favorisce l’iter comunicativo tra dirigenza/segreteria e personale docente e A.T.A.
  • segue i rapporti tra scuola e genitori e loro rappresentanze, favorisce i contatti della scuola con le famiglie
  • collabora all’organizzazione delle procedure e del controllo per scrutini ed esami scuole secondarie I°
  • collabora alla gestione dell’orario di servizio dei docenti, alla verifica della sua funzionalità e alla collocazione funzionale delle ore a disposizione per completamento cattedra, nonché delle ore di disponibilità per effettuare supplenze retribuite
  • controlla che la sostituzione dei docenti assenti rispetti criteri di efficienza ed equità
  • controlla il rispetto del regolamento d’istituto da parte degli alunni (disciplina,ritardi,uscite anticipate,ecc)
  • collabora al funzionamento degli organi collegiali, verbalizza le riunioni del Collegio docenti e ne cura la documentazione, conservazione degli allegati,pubblicazione delle delibere partecipa agli incontri di presentazione del POF alle famiglie partecipa alle riunioni come da richiesta del D.S.

2° Collaboratore del D.S

  • sostituisce il D.S. in caso di assenza del 1° Collaboratore con le responsabilità connesse collabora alla gestione ordinaria ed organizzativa dell’istituto, in particolare delle scuole primarie
  • collabora con il dirigente nei rapporti con le scuole del territorio e con le agenzie formative esterne
  • segue l’iter comunicativo tra dirigenza/segreteria e personale docente ed ATA delle scuole primarie
  • collabora al funzionamento degli organi collegiali
  • collabora all’organizzazione delle procedure e del controllo per scrutini ed esami privatisti sc Primarie
  • cura la documentazione relativa alle scuole primarie partecipa alle riunioni come da richiesta del D.S.
  • partecipa agli incontri di presentazione del POF alle famiglie
  • coordina i rapporti con le scuole del territorio per la continuità infanziaprimaria secondaria I°grado

Coordinatori di Plesso

  • verificano quotidianamente le assenze dei docenti e le possibili sostituzioni segnalandole in segreteria
  • mantengono il collegamento periodico con la segreteria e la dirigenza
  • segnalano tempestivamente le emergenze vigilano sul rispetto del regolamento d’istituto
  • favoriscono e mantengono i contatti con le famiglie
  • favoriscono il coordinamento ed il funzionamento delle attività educative e didattiche nel plesso di loro responsabilità
  • partecipano agli incontri di presentazione del POF alle famiglie
  • presiedono le riunioni /consigli delegate dal D.S. e controllano la verbalizzazione

Funzioni strumentali al POF

Presidiano le aree individuate annualmente dal Collegio dei Docenti

Responsabili Dipartimenti Disciplinari

  • coordinano le riunioni dei rispettivi dipartimenti
  • su indicazione del Collegio coordinano la programmazione didattico educativa disciplinare e le scelte relative ai metodi e agli strumenti di misurazione e valutazione
  • relazione al Collegio riguardo a proposte di progetti da inserire nel POF avanzate dai rispettivi dipartimenti
  • formulano al Collegio proposte concordate perla scelta dei libri di testo
  • propongono gli acquisti dei materiali e/o delle attrezzature
  • rendono esecutive le delibere collegiali inerenti il proprio dipartimento
  • redigono il verbale delle riunioni di dipartimento

Coordinatori di classe

  • presiedono, per delega del D.S., i Consigli di classe organizzandone il lavoro (in caso di loro assenza assumerà la presidenza il docente con più anzianità di servizio)
  • nominano il segretario verbalizzante della seduta
  • possono proporre la convocazione del Consiglio di classe in seduta straordinaria, previa consultazione con gli altri docenti della classe
  • coordinano la programmazione di classe sia per quanto riguarda le attività curricolari, sia per quanto riguarda le attività progettuali
  • armonizzano fra loro le esigenze delle due componenti del Consiglio (docenti genitori)
  • controllano la regolare frequenza degli alunni (giustificazioni,assenze,ritardi,uscite anticipate); in caso di anomalie ne danno tempestiva comunicazione al D.S.
  • diffondono tra gli alunni le comunicazioni a loro destinate e/o alle loro famiglie, controllando, se richiesto, l’avvenuta presa visione

LE RISORSE PROFESSIONALI E IL FABBISOGNO DI POSTI DELL’ORGANICODELL’AUTONOMIA

La legge 107 (Art.1) I docenti potenziamento, di sostegno, di n. 2 docenti sulle seguenti classi/piccoli gruppi

  1. a) Infanzia: Posti comuni 10
  2. c) Secondaria di Primo Grado: Lettere (A22) 16, Mate Fisica (A030) 3,

Commissioni e Gruppi di Progetto

I Coordinatorei/referenti:

  • -mantengono i rapporti con Dirigente e segreteria
  • -assicurano la collaborazione alla funzione strumentale al POF di riferimento
  • -convocano le riunioni secondo necessità, su mandato del D.S. e redigono il verbale
  • -coordinano i lavori della Commissione/Gruppo
  • -elaborano il piano di lavoro e redigono la relazione finale relativa alle attività svolte ed ai risultati raggiunti

I Componenti:

  • -individuano la normativa che regola il settore di propria competenza
  • -esplicitano teorie di riferimento e selezionano contributi scientifici innovativi inerenti il settore di propria competenza

Art.1) istituisce l’organico dell’autonomia, “funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche dell’organico dell’autonomia concorrono alla realizzazione del piano triennale dell’offerta formativa con attività di insegnamento, di  organizzazione, di progettazione e di coordinamento”.

Per l’anno in corso è stato assegnato alla scuola il seguente organic potenziato di concorso A01 (Arte); A022 (Lettere) n. 6 docenti di posto comune alla scuola primaria utilizzati sui plessi delle primarie primariamente su progetto di alfabetizzazione, inclusione,

Il fabbisogno per il triennio di riferimento, in base ai dati finora conosciuti, per i posti di organico, comuni e di sostegno, è così definito:

Sostegno 1 + 10 h, IRC 7,50 h  b) Primaria: Posti comuni 62, Sostegno 13, L2 (inglese) 3, IRC 3 + 18 h tematica e scienze (A059) 9, Francese (A245) 2, Inglese (A345) 4 + 10 h, Spagnolo (A445) 1 + 6 h, Arte (A028) 3, Educazione Musica (A032) 3, Tecnologia (A033) 3, Sostegno 10, IRC 1 + 10 h

Con riferimento all’offerta formativa che l’Istituto intende realizzare, in rapporto a quanto indicato nella Legge 107/2015 art.1 comma 7, si fissano i seguenti obiettivi  suddivisi per campi di potenziamento  in ordine di priorità:

CAMPI DI POTENZIAMENTO OBIETTIVI FORMATIVI COMMA 7
1) Potenziamento

Umanistico Socio economico e per la legalità.

“s” definizione di un sistema di orientamento.
“d” sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace,il rispetto delle differenze e il

dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri;

potenziamento delle conoscenze in materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione all’autoimprenditorialità;

“l” prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento dell’inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio e delle associazioni di settore;
“e” sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle attività culturali;
“r” alfabetizzazione e perfezionamento dell’italiano come lingua seconda attraverso corsi e laboratori per studenti di cittadinanza o di lingua non italiana, da organizzare anche in collaborazione con gli enti locali e il terzo settore, con l’apporto delle comunità di origine, delle famiglie e dei mediatori culturali;
“n” apertura pomeridiana delle scuole e riduzione del numero di alunni e di studenti per classe o per articolazioni di gruppi di classi,anche con potenziamento del tempo scolastico o rimodulazione del monte orario rispetto a quanto indicato dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica20 marzo 2009, n. 89
“p” Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni e degli studenti;
“q” Individuazione di percorsi e di sistemi funzionali alla premialità e alla valorizzazione del merito degli alunni e degli studenti;
2) Potenziamento Linguistico “a” Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell’Unione europea,

anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning (CLIL);

“p” Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni e degli studenti;
“r” alfabetizzazione e perfezionamento dell’italiano come lingua seconda attraverso corsi e laboratori per studenti di cittadinanza o di lingua non italiana, da organizzare anche in collaborazione con gli enti locali e il terzo settore, con l’apporto delle comunità di origine, delle famiglie e dei mediatori culturali;
3) Potenziamento

Scientifico

“b” potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche;
“n” apertura pomeridiana delle scuole e riduzione del numero di alunni e di studenti per classe o per articolazioni di gruppi di classi,anche con potenziamento del tempo scolastico o rimodulazione del monte orario rispetto a quanto indicato dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica20 marzo 2009, n. 89;
“p” Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni e degli studenti;
“q” individuazione di percorsi e di sistemi funzionali alla premialità e alla valorizzazione del merito degli alunni e degli studenti;
“s” definizione di un sistema di orientamento;
4) Potenziamento

Artistico e musicale

“c” potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell’arte e nella storia dell’arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, anche mediante il coinvolgimento dei musei e degli altri istituti pubblici e privati operanti in tali settori;
“f” alfabetizzazione all’arte, alle tecniche e ai media di produzione e diffusione delle immagini;
“e” sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici,del patrimonio e delle attività culturali;
5 ) Potenziamento Laboratoriale “h” sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero

computazionale,all’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro;

“m” potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio (comma7, lettera i); valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale, comprese le organizzazioni del terzo settore;

 

6) Potenziamento motorio “g” potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati ad uno stile di vita sano,con particolare riferimento all’alimentazione, all’educazione fisica e allo sport, e attenzione alla tutela del diritto allo studio degli studenti praticanti attività sportiva agonistica;

 

Con riferimento all’offerta formativa che l’Istituto intende realizzare, si ritiene necessario attivare, nell’ambito dell’organico dell’autonomia in aggiunta all’organico di diritto assegnato a questa istituzione, n. 9 unità aggiuntive di organico: n. 5 unità di posto comune alla scuola primaria

  1. 4 unità per la scuola secondaria così definite per classe di concorso:
  • 2 di classe A043 (di cui uno accantonato per l’esonero del primo collaboratore)
  • di classe A345
  • di classe A059

LE NUOVE CLASSI DI CONCORSO

  • A043 ARTE è A01
  • A345 LINGUA INGLESE è A-25
  • A059 MATEMATICA è A-28

con le seguenti funzioni:

  1. Coordinamento delle iniziative finalizzate all’alfabetizzazione degli alunni non italofoni
  2. Affiancamento dei docenti nella gestione di piccoli gruppi classe
  3. Copertura esonero docente collaboratore del dirigente
  4. Affiancamento dei docenti nella gestione di piccoli gruppi classe per il recupero degli alunni in difficoltà

Per ciò che concerne i posti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario il fabbisogno è così definito: 21 collaboratori scolastici, 9 assistenti amministrativi e 1 D.S.G.A.;

LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE E ATA 

Valutate le priorità del Piano triennale e le esigenze formative si è previsto di organizzare il seguente piano di formazione per il personale docente:     a.s. 2017-2018 :

  1. Corso sull’ “Efficacia dell’azione didattica e condivisione delle strategie per l’acquisizione delle competenze chiave e di cittadinanza” modalità di lavoro: formazione in aula, workshop, analisi di caso…….
  2. Corso sull’efficacia della valutazione nell’azione formativa
  3. Iiniziative di formazione proposte dalle reti di cui fa parte l’Istituto (delibera del collegio dei docenti settembre/ottobre 2017.

Verificata l’esigenza formativa del personale ATA  di adeguare le competenze possedute a quanto richiesto dall’applicazione del DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62, si è previsto di organizzare il seguente piano di formazione per il personale ATA: a.s. 2016/2017 – “Il codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni”          modalità di lavoro: formazione in aula, workshop, analisi di caso…….…

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE RELATIVO ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO (D. LGS. N. 81/08)

Il R.S.P.P. annualmente cura l’informativa al personale attraverso 1 incontro di formazione generale e 1 di formazione specifica che si svolgono annualmente per il personale che ne necessita.

Valutate le competenze certificate del personale in organico e considerate le esigenze legate al turn over nel triennio di riferimento si ritiene necessario attivare le seguenti figure sensibili prevedendo la specifica formazione ai sensi della normativa vigente in tema di sicurezza nei luoghi di lavoro :

Antincendio ed evacuazione

  1. 32 Con competenze certificate
  2. 31 Primo Soccorso
  3. 25 Con competenze certificate n. 25

A.S.P.P. n. 1

Con competenze certificate n. 0

Da formare n. 1

Da formare n. 0

Da formare n 1

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI E MODALITÀ DI RAPPORTO CON L’UTENZA

La Segreteria è aperta al pubblico da lunedì a venerdì, dalle ore 11,15 alle ore 13:00, mercoledì anche dalle 14,30 alle 15,30 e sabato dalle ore 8:30 alle ore 10:30.

L’ufficio di segreteria è composto da 9 assistenti amministrativi e da un Direttore cui compete l’organizzazione dei servizi generali e amministrativi.

Gli uffici di segreteria sono stati organizzati in una visione unitaria che non prevede gestioni separate dei tre ordini di scuola.

La comunicazione con l’utenza, nell’ottica del processo di dematerializzazione previsto dalle norme, utilizza come canale prevalente, il sito web dell’Istituto e la bacheca del registro

 

image_pdfimage_print



I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi